torna alla pagina iniziale

Marina Laghi di Sibari
87011 SIBARI (CS) Italy  -  +39 0981 79027 -  +39 0981 79147 -    info@marina-sibari.it

 

 

Seleziona Lingua

 
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
 
« note legali
 
 
























 

 

La storia del marina “Laghi di Sibari”

A metà degli anni settanta nasceva l'dea della realizzazione del marina “Laghi di Sibari” per merito del Comm. Giannino Furlanis, a capo dell'omonimo Gruppo Furlanis, a quel tempo impegnato nella costruzione di un difficile tratto appenninico dell'autostrada SA-RC.
Per l'attuazione dell'idea fu scelta un'area compresa tra il fiume Crati ed il collettore di bonifica Stombi avente una superficie di circa 2milioni di metri quadrati, con un fronte mare di 2200 metri. Il progetto fu redatto dal noto arch. Gino Valle di Udine. Il criterio-guida fu quello di realizzare una infrastruttura da diporto, rispondente funzionalmente alla sua giacitura baricentrica rispetto al Mediterraneo ed improntata a principi di equilibrato inserimento paesaggistico ed ambientale.
Sfruttando lo sbocco a mare del collettore Stombi come bocca di porto, si è provveduto a realizzare un sistema di darsene e di canali con direzione nord-sud sul quale si affaccia direttamente il centro turistico costituito da una aggregazione ordinata di penisole autosufficienti. A sua volta il sistema di darsene e di canali è stato innestato in un canale principale parallelo alla linea costa da cui dista circa 150 metri. Si è così pensato di favorire una residenza legata alla barca, caratteristica di un approdo internazionale quale il marina “Laghi di Sibari”. Perciò si è mirato sia a dotare il porto e le vie di accesso di opportuni fondali per garantire la presenza di imbarcazioni di stazza elevata, sia a dotare il centro di una appropriata assistenza cantieristica.
Negli specchi d'acqua che sviluppano una superficie totale di 420.000 mq., possono essere ospitate 2800 imbarcazioni che fanno del marina “Laghi di Sibari” la più grande e sicura base per il ricovero, la sosta e la manutenzione di imbarcazioni del Mediterraneo.
La validità del sito prescelto è confermata da altri requisiti ritenuti importanti per il diportista:
è situato lungo un litorale che offre un concatenamento di rifugi alternativi a distanze medie inferiori alle venti miglia, il suo accesso è ridossato alla traversia dominante,
i fondali sono sicuri, ha limitato moto ondoso alle banchine,
ha adeguati sistemi di attracco,
dispone di ampi spazi per la evoluzione di manovra,
è l'unico anello di congiunzione est-ovest per il periplo del Mediterraneo e per la navigazione da diporto destinata alle coste africane, alla Grecia ed al vicino Oriente.
Il marina “Laghi di Sibari” esprime ciò che un gruppo imprenditoriale è in grado di realizzare in tema di organizzazione produttiva del territorio, in un contesto di managerialità totale.
 
 

vai all'inizio pagina

optimized internet explorer

view 1024 X 768